Il grande BLUFF

martedì, 23 giugno 2009

“Oggi cala il sipario sul più grande imbroglio degli ultimi quindici anni”-commentò Stefania Craxi, ispiratrice della nascita del Psd,dopo la caduta dell’ultimo governo Prodi;lo stesso sipario si è chiuso oggi sulla sinistra sammarinese.

Paride Andreoli, Segretario del Psd,lascia la guida di uno dei matrimoni più forzati della politica moderna,quello tra socialisti e comunisti,e ancora una volta sono i figli che ne pagano le conseguenze,vale a dire gli elettori.

La logica avrebbe consigliato le dimissioni già dopo il 9 novembre ed ora,davanti alla solidità di una maggioranza che sta lavorando per rimediare agli errori del passato e di fronte all’impotenza dell’opposizione, ci sembra francamente di saltare dall’altra parte del fiume.

E’ ancora fresca la memoria:un anno fa il psd aveva una centralità politica senza precedenti e la sua miopia,la sua voracità di potere,hanno fatto si che un suo alleato,Alleanza Popolare,abbandonasse il governo e ne ritirasse la delegazione.

Dopo un estate passata nel tentativo di racimolare un vaso ormai in frantumi,si è giunti alle elezioni che,l’oramai ex-leader Psd, ha condotto ponendo l’accento sui traditori e traditi, “gatti neri”,senza pensare che,per guidare un partito ed un governo,non occorre demagogia ma lungimiranza.

Il mio rammarico va per la falange democratica verso la quale ho sempre nutrito della stima. Un partito è allo sbaraglio ed un bacino elettorale importante(circa dodici consiglieri) è svanito nel nulla: dell’unione delle sinistre sammarinesi è rimasta soltanto una manciata di democratici con in mano le ceneri della fuga dei socialisti che,sempre in cerca di ruoli più prestigiosi verso nuovi appoggi per poter ricominciare un’ennesima avventura politica,anche se ciò non è più consentito.

Leave a Reply

You must be logged in to post a comment.